Il Vicino Fa Rumore? Quali Sono Gli Orari Di Silenzio Da Rispettare?

Il codice penale, articolo 659 comma 1, è molto chiaro perché condanna chiunque rechi disturbo al riposo altrui e alle occupazioni del condominio. A questa norma dobbiamo affiancare l’articolo 844 del codice civile il quale afferma che ogni cittadino deve impedire che dal proprio fondo, terreno e proprietà siano emessi rumori, fumo e calore oltre la normale soglia di tollerabilità. Noi abitiamo in un piccolo condominio dove al piano terra, proprio sotto di noi, c’è un bar aperto tutti i giorni fino alle due di notte. Noi dal 2009 abbiamo presentato un esposto al comune per un possibile inquinamento acustico ed abbiamo più volte richiesto l’intervento del Arpa. E ad oggi non sappiamo più cosa fare, questo bar non ha nemmeno l’impianto acustico però nessuno viene a controllare evitano tutti di parlare http://article.theestate-thailand.com/?p=5875 di questo.

Anticipatamente ringraziandola per una sua eventuale replica, le invio cordiali saluti. Un locale che funge da pizzeria, ristorante e sala ricevimenti, in mezzo a centri abitati deve avere orari particolari; se vogliono orari oltre le 23.30 (anche 24.00) non gli devono dare le licenze. Che gestiscano o si costruiscano, anche per questo scopo, i locali fuori città.

A tutt’oggi non è cambiato nulla ed anche l’aver interpellato i Carabinieri presenti sul posto mentre l’operatore era nel pieno della sua attività, non ha dato particolari speranze di soluzione del problema. Il nostro problema e il seguente, il locale non lavora tantissimo, e quindi i disturbi non sono sempre della stessa intensità a volte potrebbero definirsi sopportabili. Il locale non e minimamente insonorizzato anzi a dividere la mia proprietà dalla sua ci sono solo circa 20/30 cm di soletta. Oltre tutto per la conformazione del nostro condominio questo locale reca il disagio più grande solo a noi. Mia mamma sta anche affrontando pesanti cure chemioterapiche e ha un gran bisogno di riposo, non so davvero come fare per far capire al parroco che non ne possiamo più, sembra che non gli interessi nulla.

A questo punto vorrei sapere se esistono delle vie legali che potrei intraprendere, e se è possibile far fare rilevazioni del livello di rumore, magari all’ARPA, da poter utilizzare legalmente. Non pretendo di far chiudere il centro ma, almeno, di obbligarli ad adottare delle barriere acustiche che possano ridurre il rumore che arriva alla mia abitazione. La zona è sempre stata tranquilla, ci sono solo alcuni negozi e il rumore del poco traffico di passaggio non è mai stato un problema . Il nostro regolamento condominiale, come quello dell’altro condominio credo, vieta di fare rumori molesti dopo le 22.

  • Per rumori molesti si intendono quelli proveniente da apparecchi elettronici, come radio o TV, gli schiamazzi di tante persone riunite, la musica ad alto volume, i rumori di strumenti quali un trapano, l’abbaiare di un cane, quando percepiti negli orari durante i quali dovrebbe essere mantenuta la quiete pubblica.
  • E’ possibile che dopo un anno non ci sia possibilità di soluzione, è possibile che tale attività non abbia avuto nessuna multa e che possa operare senza la scheda di impatto acustico e rovinarci l’esistenza per gran parte dell’anno.
  • Ha inoltre affermato di essere disposto a TESTIMONIARE di fronte a chiunque questo parere.
  • Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge.

Difatti, il rumore diventa reato di disturbo alla quiete pubblica – come tale passibile di denuncia – solo quando in grado di raggiungere e infastidire un numero indeterminato di persone (ad esempio, tutti i condomini dello stabile e/o quelli dei palazzi limitrofi). In questo caso lo schiamazzo deve dar fastidio non soltanto a un singolo individuo ma a tutto il condominio. Addirittura in questo caso viene a decadere il requisito della normale tollerabilità. Il giudice prenderà la sua decisione sulla base di vari elementi probatori come le testimonianza dei condomini, l’effetto concreto del rumore e la quantità del disturbo arrecato alla comunità.

Minaccia di andare per avvocati, in merito agli elementi che vi ho fornito, in un’ipotetica causa come andrebbe a finire? Aggiungo inoltre che sto insonorizzando il garage ma, questi lavori richiedono denaro e tempo per essere fatti bene. La ringrazio anticipatamente per il suo servizio, la sua disponibilità, il suo prezioso ascolto, auspicandomi una sua preziosa risposta. Il ragazzo in questione sa benissimo che le pareti sono vecchie e non attutiscono nessun rumore, visto che appena trasferitosi accanto è stato lui stesso a dirmi di questo problema. Quindi suppongo che sia una semplice e pura mancanza di rispetto, nonostante la consapevolezza dei problemi acustici dello stabile. Abito al primo piano di un condominio collocato in una stecca di tre palazzi identici e con una serie di locali commerciali collocati al piano terra.

L’appartamento sotto il mio è abitato per periodi brevi o brevissimi dalle persone più varie, il proprietario l’ha messo a “reddito” affittandolo per brevissimi periodi a persone sconosciute. Costoro quasi sempre sono molto rumorose e per niente rispettose della quiete e degli orari di riposo. Ora dico io, il sindaco ha concesso tale gestione, il parcheggio dichiarato comunale è al solo uso del bar (la nostra è una zona di villette e non abbiamo bisogno del parcheggio) e lui parla con i gestori per sensibilizzarli https://sanphang.vn/the-idiots-guide-to-vulkan-vegas-casino-bonus-explained/ senza mai risolvere la situazione. Per legge deve chiudere a mezzanotte, ma ciò non sempre accade giacché i suoi clienti entrano nel suo locale fino alle una di notte, ed oltre, sempre chiacchierando senza alcun rispetto dell’abitato circostante, della quiete notturna, infine della convivenza civile. Certe sere siamo stati costretti ad andarcene di casa perché non riuscivamo nemmeno a sentire decentemente la televisione nonostante avessimo alzato il volume, altre volte ci sono state vibrazioni che facevano tremare infissi e bicchieri.

Sarebbe bastato che il Sindaco emanasse un’ordinanza e facesse rispettare le leggi sull’inquinamento acustico. Inoltre Caserta è dotata di un piano di zonizzazione acustica ma che viene puntualmente, almeno nel nostro caso, disatteso. Adiacenti al parco ci sono le camere da letto del complesso residenziale, e per quanto ci siano cartelli indicanti gli orari di quiete pubblica, risulta impossibile riposare in quanto questi limiti non vengono mai rispettati.

A sfavore di chi subisce il danno c’è anche la destinazione d’uso conosciuta al momento dell’acquisto della proprietà (ad esempio se si acquista un immobile in zona residenziale ma vicino a un disco pub ci si può attendere https://www.ukecifras.com.br/blog/20bet/recensione-casino-online-2021-di-20bet-casino/ una certa rumorosità che potrebbe rientrare nel concetto della “normale tollerabilità”. Per noi, quando arriva il periodo estivo diventa un incubo, ogni anno si ripropone sempre lo stesso problema, la causa è un autolavaggio di fronte casa nostra , il rumore che emette è assordante in casa siamo costretti a parlare molto forte, dovremmo attutire il rumore tenendo tutto chiuso, ma si può in stata? Non sappiamo a chi rivolgerci, se qualcuno è in grado di aiutarci lo faccia. In un paese vicino per esempio dalle 14 alle 16 non si possono effettuare lavori che disturbano la quiete pubblica. Il cittadino può segnalare situazioni di disturbo, quali risse o disturbo della quiete pubblica, alla Polizia Municipale che interviene in funzione ausiliaria alla Pubblica Sicurezza.

Il bar non è molto grande ma ogni mercoledì e sabato sera c’è talmente tanta gente che stanno ammassati dentro il locale, fuori nello spazio aperto e al secondo piano (la gente resta fuori dal balcone da quanta gente c’è!! Immaginate il caos). In pratica, si riesce a sentire il treno prima che arrivi, durante il transito e dopo che è scomparso per ancora diversi secondi. Vi scrivo in merito alla situazione che da tempo ormai sono costretti a tollerare i miei genitori. Abitano in un appartamento al secondo piano di un palazzo di quattro piani totali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Close
Recent Comments
    Categories
    Navigation
    Close

    My Cart

    Close

    Wishlist

    Recently Viewed

    Close

    Great to see you here !

    A password will be sent to your email address.

    Already got an account?

    Close

    Categories